"Se vuoi correre un miglio,

corri un miglio.

Se vuoi vivere un'altra vita,

corri una maratona."

"Se sono libero, è perché

continuo a correre".

"Un atleta in corsa,

è una scultura

in movimento".

Ultima Notizia

15 giugno 2015

IL TROFEO E IL MONTERBANO

Trofeo Città di Telesia  13 giugno 2015 : Alla fine il maggiore evento podistico dell’Italia Meridionale, la gara che, non a caso, la Federazione Mondiale di Atletica leggera (I.A.A.F.) ha inserito tra le 10 km su strada più importanti al mondo, per qualità organizzativa e per valori tecnici in campo, è andato in scena.

Dopo il diluvio d’acqua che aveva funestato l’evento lo scorso anno, questa volta il meteo si è comportato come la natura lo fa prospettare nel periodo antecedente l’estate ormai imminente.

Il caldo ma, soprattutto, l’alto tasso di umidità hanno reso la vita difficile a tutti i 1651 atleti che hanno percorso e concluso i 10 km, disegnati all’interno del solo comune di Telese Terme e che costituivano il nuovo tracciato della gara. L’alta temperatura ha causato, tra gli atleti, molti ritiri e soprattutto fra quelli che, incautamente, hanno provato a dare tutto nei primi metri della gara non sapendo gestire le forze nella parte centrale. 

Riguardo il percorso, totalmente nuovo, và detto che presentava qualche insidia in quanto si presentava non completamente pianeggiante, abbastanza nervoso con molti cambi di direzione e con un primo passaggio sul traguardo dopo soli 1300 metri dalla partenza, a favorire in tal modo lo spettacolo per i tanti che hanno assistito. 

Il parterre di partecipanti era come al solito importante ed agguerrito, tanto che i più forti non si sono limitati alla partecipazione ma, hanno anche lottato, per ottenere tempi oggettivamente difficili da ottenere in quelle condizioni. La vittoria è andata al keniano Birech in 28.22 media 2.50/km, davanti ai connazionali Lokomwa 29.02 e Kosgei 29.17. In campo femminile affermazione della Jelagat in 33.05, davanti ad una applauditissima Anna Incerti 33.15, terza la Murigi in 33.24.

Questo l’aspetto tecnico della gara ma, a nostro avviso, il maggiore risalto deve essere attribuito a quello organizzativo. Un evento del genere non si attua per caso. Alla base vi è una meticolosa e minuziosa cura di ogni particolare. Nulla viene sottovalutato, ogni problematica viene affrontata e risolta.

Sicuramente i meriti maggiori vanno dati a chi fa, del Trofeo Telesia, un impegno di “ vita “ ed a chi profonde nella preparazione della gara ogni energia disponibile. Mi riferisco a Diego VISCUSI e Tiziano D’ONOFRIO senza i quali la gara non potrebbe neanche essere pensata.

Infine, un grande plauso, và fatto alle decine di volontari ( quasi tutti appartenenti alla Running Telese ) che danno il loro incondizionato impegno e che costituiscono l’ingranaggio fondamentale di tutto la macchina organizzativa.  

Questi tutti i tempi, in “real time”, dei nostri 45 atleti che hanno corso la gara: Nicola BORTONE 37.07 , Gianfranco MATURO 39.23, Armando IANNOTTI 40.51, Paolo PELOSI 42.55, Vincenzo GUARINO 43.14, Daniele MARENNA 43.58, Antonio SAGNELLA 44.05, Emilio SALVATORE 45.00, Mario PASQUALE 45.07, Vittorio MASSARO 45.19, Pasquale SASSO 45.31, Alessandro GRIMALDI 45.34 , Carlo ESPOSITO 46.04, Luciano PUGLIESE 46.22, Renato TAVANO 46.29, Concettina MORELLI 46.58, Giovanni ALAADIK 47.52, Giovanni Pio BATTAGLINO 48.00, Giovanni MASOTTI 48.58, Antonio GIAQUINTO 49.04, Maurizio ZANFARDINO 51.07,  Gabriele CALABRESE 51.28, Lorenzo FEDERICO 51.29, Giovanni LABAGNARA 51.31, Francesco ARTIZZU 51.35, Andrea IAQUINTO 51.52, Cristina CALANDRA 51.54, Roberto PASCARELLA 51.58, Andrea D’ORTA 53.12, Fausto IARROBINO 53.16, Domenico CIMMINO 53.48, Filippo REALE 54.00, Michele ESPOSITO 54.16, Giovanni GUERRIERA 55.04, Guglielmo CAIAZZA 56.05, Giuseppe PASTORELLI 56.24, Josè Vincente LUONGO 57.03, Gaetano DE MAIO 57.36, Domenico Maria DI PAOLA 57.37, Filippo LIVERINI 58.04, Matilde TORONE 57.54, Aureliano CIERVO 59.34, Rosaria VECCHI 1.00.04, Enrico D’ANDREA 1.00.13, Roberto CALANDRIELLO 1.02.02.

Nel fare i complimenti a tutti i nostri “ragazzi ” che hanno gareggiato, vorremmo formulare un solo auspicio e cioè, quello, che una così numerosa partecipazione alle gare non debba verificarsi solo in occasione della nostra competizione.

Non vorremmo che si ripetesse quello che si è sempre verificato già negli anni precedenti.

Ci piacerebbe rivedere, in tante altre gare, soprattutto i neo-iscritti ed anche più di qualche vecchio iscritto. Gli atleti facenti parte di una società sportiva non devono essere animati, esclusivamente, dalla voglia di correre “ in casa “ ma devono avere e manifestare quello “spirito di appartenenza “ che si può apprezzare solo con una evidente partecipazione alla vita societaria e che può far aspirare ad importanti traguardi sui prossimi impegni sportivi

 A seguire una breve cronaca della gara disputata il 14 giugno 2015 alle “ Falde del Monterbano “.

S.Lorenzello: Considerate le esperienze di gara , vissute nelle tre precedenti edizioni, sicuramente quella di S. Lorenzello si sapeva che non sarebbe stata una gara rilassante, una di quelle gare dove respirare il clima goliardico tipico delle competizioni estive e dove godere delle bellezze naturali e paesaggistiche. Tutt’altro. La gara si è sviluppata attraverso un impegnativo percorso di 13,650 km , con partenza ed arrivo a S. Lorenzello e passaggi all'interno sia di Massa di Faicchio, sia di Faicchio. Percorso molto ondulato, soprattutto nella parte centrale e, per bontà degli organizzatori, arrivo preceduto da cambi di direzione e lunghi tratti di salita. Dei 67 atleti ufficialmente iscritti, solo 60 sono giunti al traguardo con vittoria dell'immarcescibile Gennaro Varrella in 49.55. I nostri colori sono stati, più che degnamente rappresentati da 10 nostri atleti che, alla fine, hanno fatto registrare i seguenti tempi: settimo assoluto Armando IANNOTTI in 57.11 , Leucio FERRI 1.02.26, Paolo PELOSI 1.02.45, Pasquale IZZO 1.08.47 Antonio DI CAPRIO 1.11.51, Giuseppe RAPUANO 1.11.52, Antonia PASCALE 1.17.22, Alessandro GRIMALDI 1.20.19, Roberto PASCARELLA 1.22.12 e Lorenzo FEDERICO 1.22.13.

Alla fine, la nostra società si è piazzata 1^ nella speciale classifica parametrica e 2^ in quella a scalare, aggiudicandosi un meritatissimo premio in natura che, molto presto, verrà consumato fra tutti coloro che hanno contribuito a farlo aggiudicare.